Maxhid CUNGU – l’adesione della Repubblica di Croazia nell’Unione Europea…

39

 

 

 

Onorevole, Presidente della Regione Istria Valter Flego

 

Onorevole, Presidente del Consiglio Regionale Valter Drandic

 

Onorevoli ospiti

 

Sono fiero che nel mio nome personale, unito a quello dell’intera regione di Scutari, accoglie oggi il primo luglio 2013, l’adesione della Repubblica di Croazia nell’Unione Europea.

 

Appartenenza del Vostro paese, segna il successo degli sforzi del governo e del popolo Croato, che prende oggi il suo giusto posto in tutte le organizzazioni, europee e più ampio, che servirà al rafforzamento della pace, alla sicurezza e la prosperità nella nostra regione.

 

Sette ani fa cui in questa regione la buona volontà, e una visione chiara per il futuro, avevano unito preso questa sede di dare la giusta forma innovativa alla cooperazione interregionale e transnazionale, allo scopo di rafforzare i processi democratici e accelerare il percorso.

 

La Regione di Scutari, membro fondatore e membro del comitato direttivo, ha subito guardato con interesse il progetto dell’Euro-regione Adriatica come, una prospettiva vicina, che rappresenta una risposta alle esigenze comuni e che gli poteva rendere più forti e competitivi i nostri territori.

 

Il 2014, anno in qui e fissato il termine per la concretizzazione del progetto della Macro Regione Adriatico Ionica e vicino. Insieme dobbiamo esserci preparati, con proposte ben definite che corrispondono a una logica della concertazione interregionale in materia di sviluppo economico, d’infrastrutture, sanità per tutta quest’aria che conta quasi 100 milioni di abitanti.

 

E cosi Un Grande Ringraziamento per i Presidenti Ivan Jakovcic e Michele Iorio

 

Da li sono nate molte idee e molti progetti ma io mi devo fermare in quello che si allega più istituzionalmente.

 

E, AdriGov, dove la regione di Scutari e l’unico partner albanese nei tredici partner istituzionali che e impegnato, seriemente, di essere attivo e lavorare quanto e possibile a offrire il nostro modesto contributo per migliorare la programmazione delle autorità locali nell’aria della Macroregione Adriatico/Ionica, attraverso i scambi di esperienze, fornendo specifiche competenze per contribuire al processo di allargamento all’UE dei paesi partner dell’Adriatico.

 

Ho la fiducia che i risultati attesi saranno concreti per formalizzare e stabilire strategie comuni, obiettivi generali, azioni e impegni finalizzati alla sua attuazione, attivazione di un partenariato d’area e scambi di personale a livello istituzionale e attivazione di una rete fra referenti istituzionali e le pubbliche amministrazioni dei paesi partner.

 

Quest’adesione è un’altra prova di una chiara prospettiva europea e anche un incentivo motivante per tutte le altre società balcaniche, che stanno lavorando per soddisfare gli obblighi e requisiti derivanti dal processo.

 

Adesione della Repubblica dell’Albania all’Alleanza all’Organizzazione del Trattato Nord Atlantico è un’altra garanzia di fattore di sicurezza e di fiducia per gli investitori stranieri a investire capitali in Albania, che contribuiscono a tassi elevati e sostenuti di sviluppo economico e sociale. Attraverso questo percorso senza fermarsi, garantire l’approfondimento delle riforme in tutti i campi e in possesso dei requisiti prescritti per l’adesione dell’Albania all’UE, oltre ad aumentare la qualità e l’efficacia di un buon governo ininterrotto che può rendere reale anche per noi il sogno Europa, come voi lo stato festeggiando oggi.

 

Auguri

 

Maxhid Cungu